domenica 8 gennaio 2017

LA BEFANA INNAMORATA & I BISCOTTI DA INZUPPO BUTTER FREE

Il primo post del 2017 
doveva proprio essere una favola.
La notte dell'Epifania,
 ho sentito un rumore provenire dal camino:
era la Befana che mi portava l’ispirazione.
Mi piace pensare che questa sia la sua storia vera.

E, dopo gli eccessi delle feste, un po' di semplicità:
i biscotti da inzuppo butter free,
croccanti fuori, morbidi dentro,
ottimi e rapidissimi da preparare.
 
Trovi tutto sul nuovo blog

 VAI ALLA RICETTA...



sabato 7 gennaio 2017

UNA STRAORDINARIA RICETTA & GLI ALBERELLI CON TAPENADE DI OLIVE

Una storia realmente accaduta,
una storia che sembra una fiaba,
una storia che dona fiducia.
Ce la racconta Renzo Cocco.

I coreografici e deliziosi
alberelli di sfoglia con tapenade di olive.
Da un'idea di Valentina Di Marco.

È tutto sul nuovo blog
 insieme ai miei
più cari auguri di un 
felice anno nuovo...

VAI ALLA RICETTA...

 

venerdì 6 gennaio 2017

REGALI, AUTOREGALI & IL CIOCCOLATO MODICANO HOME MADE

Ricette per un anno: 
dodici dediche a persone a me care, 
dodici proposte dolci o salate.


È il mio regalo per gli amici
.
Puoi scaricare il PDF cliccando qui

oppure
sulla copertina del libro 
che trovi qui sotto.


https://issuu.com/valeriaderossi/docs/ricette_per_un_anno_3


 

Beh, c'è un regalo anche per la sottoscritta:
un cioccolato modicano
perfetto e buono come quello artigianale. 

Ma fatto in casa
Come? 
Ve lo racconto sul nuovo blog
www.paneperituoidenti.it.


I miei auguri più cari.

Valeria


VAI ALLA RICETTA...

 

domenica 18 dicembre 2016

UN INVITO INATTESO & IL RISOTTO AGLI AROMI

Una blogger di periferia nella metropoli...
non è un sogno: è successo davvero!

L'inatteso invito, a Milano, allo show cooking di AMC
mi ha elettrizzata:
nuove tecniche, nuove ricette con le unità di cottura
di un'azienda che è da sempre al mio fianco in cucina.

RISOTTO agli AROMI pronto in 5 minuti:
il resoconto sul nuovo blog

VAI ALLA RICETTA...


sabato 17 dicembre 2016

LA MIA SANTA LUCIA & IL CARBONE DOLCE

È forse il più bel regalo di Santa Lucia
che io abbia mai ricevuto:
una puntata di Nosterchef dedicata a me
in onda proprio il 13 dicembre,
sul canale 827 di Sky
(o sul canale 15 DDT in Emilia Romagna).

Il racconto della mia Santa Lucia
e la ricetta del CARBONE DOLCE
che ho portato in trasmissione sono 
sul nuovo blog

VAI ALLA RICETTA...



venerdì 16 dicembre 2016

BIANCANEVE 2.0 & I BISCOTTI MONELLI (SPITZBUBEN)

 Esiste una Biancaneve 2.0?
Sì, è la mia amica Sara Zancanella de Il frullino rosa.

Sara mi ha insegnato a fare gli Spitzbuben,
dolcetti meravigliosi
con pastafrolla e confettura, che hanno anche
lo strano nome di biscotti monelli.

Dai un'occhiata al nuovo blog 
per leggere la ricetta... 
Buon appetito!

VAI ALLA RICETTA...


domenica 27 novembre 2016

DOLCI AMICHE & I BISCOTTI AL CIOCCOLATO IN PASTA SUCRÉE TI ASPETTANO SUL NUOVO BLOG


Le sensazioni e le emozioni
di un pomeriggio trascorso con le amiche
a fare prove tecniche per Natale.

La ricetta dei meravigliosi
biscotti al cioccolato in pasta sucrée
di Sara Zancanella (Il frullino rosa)
e il racconto sono sul nuovo blog
 

Leggi l'articolo...


L'ACQUA ALTA A VENEZIA & I MIEI "RISI E BISI" SUPERVELOCI. SUL NUOVO BLOG.


Trovare l'acqua alta a Venezia:
un desiderio esaudito
che mi ha fatta sentire un Doge.

Per questo, a casa, ho preparato 
"Risi e bisi".
Naturalmente, in versione superveloce, 
con la pentola Secuquick AMC.

La storia e la ricetta sono sul nuovo blog
 

Leggi l'articolo...


sabato 26 novembre 2016

TRE PIANTINE DI ERICA BIANCA & LA RICETTA DELLE PATATE DAL SAPORE ANTICO: LEGGI TUTTO SUL NUOVO BLOG...

Tre piantine di erica bianca 
per dimostrare il nostro amore, 

una bella pentola di cotto 
capace di donare alle patate 
un sapore antico...
 
Storia e ricetta sono sul nuovo blog 
www.paneperituoidenti.it

mercoledì 9 novembre 2016

#AUTUNNO & IL RISO "COL TASTASAL": COME SEMPRE, SUL NUOVO BLOG



È arrivato.
Anche se io facevo finta di non accorgermene.

Nonostante la luce dorata, le foglie gialle e rosse, il tappeto croccante sotto gli alberi, gli hashtag sui social.

Non mi riferisco all’#autunno.
Troppo scontato.

Parlo del momento in cui qualcuno, in famiglia, ti chiede il 
RISO "COL TASTASAL”.

La ricetta messa a punto negli anni dal mio Sergio Barzetti personale è sul nuovo blog
www.paneperituoidenti.it.

Buon appetito!

VAI ALLA RICETTA...



Avete visitato il mio sito
www.drvaleriaderossi.it?

lunedì 31 ottobre 2016

LA STORIA DEL LUPO COME NON VE L'HANNO MAI RACCONTATA & LE DUCHESSE DI ZUCCA E RICOTTA SONO SUL NUOVO BLOG...

"Una casa di paglia? Bene, la farò volare via con un soffio...
Così, raggiungerò i miei porcellini.
E me li mangerò. Di baci".

L'interpretazione della favola de I tre porcellini è stata eletta dai miei nipoti "Gioco dell'anno 2016".
Per questo, ho voluto riscriverla per loro...
Ne è nato Lupus in fabula, che trovate sul nuovo blog
www.paneperituoidenti.it

La storia del lupo come non ve l'hanno mai raccontata è accompagnata dalla ricetta delle
DUCHESSE DI ZUCCA E RICOTTA, che vi consiglio caldamente di provare.

Buona lettura e... buon appetito!

VAI ALLA RICETTA...


Avete visitato il mio sito
www.drvaleriaderossi.it?

mercoledì 26 ottobre 2016

IL RACCONTO DEL 10 OTTOBRE 1963, UNA DATA CHE NON POTRÒ DIMENTICARE, E LA RICETTA DEI PIZZOCCHERI FATTI IN CASA SONO SUL NUOVO BLOG...

Lo sapevate che
PANE PER I TUOI DENTI
NON ABITA PIÙ QUI?


Sì. ho finalmente trasferito il mio blog
in una sede tutta mia:
www.paneperituoidenti.it

Facile da navigare anche su dispositivi mobili,
la nuova versione ha una grafica che adoro.


Il post di questa settimana:
10 OTTOBRE 1963
- un ricordo indelebile-
&
la ricetta dei PIZZOCCHERI fatti in casa.

VAI ALLA RICETTA...



Avete visto anche il mio
NUOVO sito
www.drvaleriaderossi.it ?

venerdì 14 ottobre 2016

LA STORIA DI UN COLPO DI FULMINE & LA RICETTA DELLA TORTA SBRICIOLATA AI FRUTTI DI BOSCO SONO SUL NUOVO BLOG!

Lo sapete già, vero, che
PANE PER I TUOI DENTI
NON ABITA PIÙ QUI?


Sì. ho finalmente trasferito il mio blog
in una sede tutta mia:
www.paneperituoidenti.it


Facile da navigare anche su dispositivi mobili,
la nuova versione ha una grafica che adoro.


Il post di questa settimana?
LA STORIA DI UN COLPO DI FULMINE 
&
LA RICETTA DELLA TORTA SBRICIOLATA AI FRUTTI DI BOSCO

VAI ALLA RICETTA...



Avete visto anche il mio
NUOVO sito
www.drvaleriaderossi.it ?

sabato 17 settembre 2016

UNA STORIA A COLORI & LA PASTA ALL’AMATRICIANA: LE TROVI SUL NUOVO BLOG

Lo sapevate che
PANE PER I TUOI DENTI
NON ABITA PIÙ QUI?


Sì. ho finalmente trasferito il mio blog
in una sede tutta mia:
www.paneperituoidenti.it


Facile da navigare anche su dispositivi mobili,
la nuova versione ha una grafica che adoro.


Il post di questa settimana:
UNA STORIA A COLORI 
e la ricetta della PASTA ALL’ AMATRICIANA.


Avete visto anche il mio
NUOVO sito
www.drvaleriaderossi.it ?

domenica 11 settembre 2016

lunedì 5 settembre 2016

LO SAPEVI CHE PANE PER I TUOI DENTI HA TRASLOCATO? VAI SUL NUOVO BLOG A LEGGERE LA FAVOLA DI ANNA E LA RICETTA DELLE PATATE AL FORNO




PANE PER I TUOI DENTI
NON ABITA PIÙ QUI.


Ho finalmente trasferito il mio blog
in una sede tutta mia


  Piacevolissima da navigare anche su dispositivi mobili,
la nuova versione ha una grafica che adoro.
Vi va di dare un’occhiata?
Allora cliccate qui

OOPS!
Dimenticavo: sul nuovo blog è online la mia ricetta delle


Avete visto anche il mio
NUOVO sito
www.drvaleriaderossi.it ?

martedì 30 agosto 2016

LO SAPEVI CHE PANE PER I TUOI DENTI HA TRASLOCATO? VAI SUL NUOVO BLOG A VEDERE LA RICETTA DELLA CONFETTURA DI FICHI E MANDORLE!

PANE PER I TUOI DENTI
NON ABITA PIÙ QUI.


Ho finalmente trasferito il mio blog
in una sede tutta mia

www.paneperituoidenti.it

Facile da navigare anche su dispositivi mobili,
la nuova versione ha una grafica che adoro.
Vi va di dare un’occhiata?
Allora cliccate qui

OOPS!
Dimenticavo: sul nuovo blog è online la mia ricetta della CONFETTURA DI FICHI E MANDORLE.


Avete visto anche il mio
NUOVO sito
www.drvaleriaderossi.it ?


domenica 21 agosto 2016

PANE PER I TUOI DENTI TRASLOCA. E LA PORCHETTA ALLA ROMANA

Sorry,

PANE PER I TUOI DENTI
NON ABITA PIÙ QUI.

Ho finalmente trasferito il mio blog
in una sede tutta mia:
www.paneperituoidenti.it

Facile da navigare anche su dispositivi mobili,
la nuova versione ha una grafica che adoro.

Vi va di dare un’occhiata?
Allora cliccate qui

OOPS!
Dimenticavo: sul nuovo blog sono online i miei appunti sulla
PORCHETTA ALLA ROMANA.

Avete visto anche il mio
NUOVO sito
www.drvaleriaderossi.it ?


sabato 13 agosto 2016

ATTENZIONE!!! PANE PER I TUOI DENTI HA TRASLOCATO!

Sorry,

PANE PER I TUOI DENTI
NON ABITA PIÙ QUI.

Ho finalmente trasferito il mio blog
in una sede tutta mia:
www.paneperituoidenti.it

Facile da navigare anche su dispositivi mobili,
la nuova versione ha una grafica che adoro.

Vi va di dare un’occhiata?
Allora cliccate qui


OOPS! Dimenticavo: sul nuovo blog è online una favola dedicata alla mia nipotina e la ricetta dei 

È online il mio NUOVO sito
Gli avete dato un’occhiata?

lunedì 8 agosto 2016

ATTENZIONE!!! PANE PER I TUOI DENTI HA TRASLOCATO!

http://www.paneperituoidenti.it/

Sorry,
PANE PER I TUOI DENTI
NON ABITA PIÙ QUI

Ho finalmente trasferito il mio blog
in una sede tutta mia:
www.paneperituoidenti.it


Facile da navigare anche su dispositivi mobili,
la nuova versione ha una grafica che adoro.


Vi va di dare un’occhiata?
Allora cliccate qui
oppure sull’immagine…



OOPS! Dimenticavo: sul nuovo blog è online la ricetta della


http://paneperituoidenti.it/candele-e-la-torta-screziata-con-cacao-e-nocciole/

È online il mio NUOVO sito
Gli avete dato un’occhiata?

sabato 30 luglio 2016

ATTENZIONE! PANE PER I TUOI DENTI HA TRASLOCATO!!!

http://paneperituoidenti.it/

Sorry,

PANE PER I TUOI DENTI

NON È PIÙ QUI

Ho finalmente trasferito il mio blog
in una sede tutta mia:

 www.paneperituoidenti.it

Facile da navigare anche su dispositivi mobili,

la nuova versione ha una grafica che adoro.

Vi va di dare un’occhiata?

Allora cliccate qui
oppure sull’immagine qui sopra…




OOPS! Dimenticavo: sul nuovo blog è online 

una nuova ricetta:

la TORTA SOFFICE CON PESCHE NOCI E AMARETTI

 

 

giovedì 7 luglio 2016

I LEGUMI DELLA SIGNORA INCORONATA. E IL MACCO DI FAVE

La signora Incoronata cuoce i legumi piano piano, e il risultato è uno spettacolo.

Io ho cucinato il mio MACCO alla siciliana nella pentola AMC, e devo dire che non era male...

Trovate tutto sul nuovo blog.

Leggete il racconto e la ricetta >

sabato 2 luglio 2016

IL GIARDINO DELLA KOLYMBETHRA. E LA MARMELLATA DI ARANCE SICILIANE

Quante meravigliose emozioni, ho provato, al Giardino della Kolymbethra!
Le condivido con voi sul mio NUOVO BLOG.

E, per ritrovare l'aroma degli agrumi maturi, ho fatto la
MARMELLATA DI ARANCE con una ricetta siciliana.

Leggete il racconto e la ricetta >

giovedì 23 giugno 2016

IL PRINCIPE CUOCO. E LA TORTA DI MELE MIGLIORE AL MONDO

Ho scritto una favola per il mio nipotino Pietro.

E ho riproposto quella che per me è la migliore al mondo: la TORTA DI MELE CON AMARETTI E CONFETTURA DI ALBICOCCHE come la faceva la nonna Carolina.

Trovate tutto sul nuovo blog.

Leggete il racconto e la ricetta>


lunedì 6 giugno 2016

giovedì 2 giugno 2016

TRASLOCHI. E LA TORTA CON L'ERBA MADRE

Ho sempre adorato i traslochi, nonostante il trambusto che creano: l'idea di ordine, pulizia e rinnovamento che essi portano con sé mi ha sempre elettrizzata ed entusiasmata.
Avrei tanto voluto farvi una sorpresa.

Ma le sorprese, è risaputo, non sono la mia specialità.

E allora ve lo dico in anteprima: PANE PER I TUOI DENTI trasloca.

Ho atteso il grande giorno per mesi e mesi: ho scelto il tema, programmato il palinsesto, discusso dell'organizzazione con i grafici.
All'ultimo momento, questi ultimi hanno rinunciato.

Ma io no, non potevo tirami indietro.
E, dato che per la delusione non riuscivo a dormire, ho deciso di sfruttare le mie agitate ore notturne per provare a creare da me il nuovo blog.

Il risultato lo vedrete lunedì prossimo, digitando www.paneperituoidenti.it.

Mi scuso anticipatamente con tutti voi: all'uscita, la futura dilettantesca versione non sarà ancora completa.
Ma ci tengo troppo a inaugurarla in quella data.

Perché il 6 giugno, il mio meraviglioso papà compirà novant'anni.
E il nuovo PANE PER I TUOI DENTI sarà il mio regalo, pieno di amore, per lui.

LA TORTA CON L'ERBA MADRE

I MIEI APPUNTI:

- Ho trovato ovunque, nel web, notizie sull' erba madre o erba amara. Di quest'erba oggi tanto di moda, però, è stato il nome scientifico - Artemisia - a colpirmi: potrebbe infatti derivare dalla dea della caccia Artemide o dalla regina di Caria famosa per aver costruito il Mausoleo di Alicarnasso, una delle sette meraviglie del mondo antico.; 
- ho usato le fruste elettriche; 
- la temperatura di cottura si riferisce al forno Gaggenau, nel quale ho cotto questa torta; 
- mi sono ispirata alla Torta allo Yogurt di Nigella Lawson (in passato ho già proposto una ricetta analoga: in questo post, vi propongo alcuni piccoli ma fondamentali aggiornamenti).

CHE COSA SERVE?

- 3 UOVA
- 180 g di YOGURT bianco intero
- 250 g di ZUCCHERO  
- 150 ml. di OLIO di RISO
- la BUCCIA grattugiata di 1/2 LIMONE 
- 125 g di FARINA 00
- 125 g di AMIDO di FRUMENTO
- SALE
- 50 g di FOGLIE di ARTEMISIA (ERBA MADRE o ERBA AMARA)
- 1 bustina di LIEVITO VANIGLIATO
- ZUCCHERO a VELO per guarnire (a piacere)


COME FACCIO?

1. PRERISCALDO il forno (ventilato) a 165°C (temperatura per forno Gaggenau).

2. MONTO A NEVE le 3 chiare d'UOVO.

3. FRULLO bene lo YOGURT con i TUORLI e lo ZUCCHERO.

4. UNISCO l'OLIO, la buccia grattugiata del LIMONE e frullo ancora.

5. SETACCIO e unisco tutti insieme in una ciotola la FARINA, l'AMIDO DI FRUMENTO, il SALE e il LIEVITO VANIGLIATO. Li aggiungo un po' alla volta, a cucchiaiate, all'impasto preparato ai punti 3 e 4. Per ultime, unisco le foglie di ARTEMISIA grossolanamente tagliuzzate.

6. AGGIUNGO infine gli ALBUMI montati a neve e MESCOLO delicatamente con una spatola in silicone, muovendola dal basso verso l'alto.

7. VERSO l'impasto in una TORTIERA del diametro di 24 cm, imburrata e infarinata, o spruzzata con spray staccante o, meglio ancora, foderata con carta forno.

8. CUOCIO per 50 minuti, o fino a quando il cake tester oppure uno stuzzicadenti, inseriti nella torta, ne usciranno puliti.

9. LASCIO RAFFREDDARE per 10 minuti il dolce sopra una griglia, lasciandolo nello stampo.

10. ROVESCIO la torta sulla griglia e la faccio raffreddare completamente, prima di servirla (sempre rovesciata) su un piatto da portata, spolverizzata con ZUCCHERO a VELO.


SODDISFAZIONE *****
PAZIENZA **

È online il mio NUOVO sito 
Gli avete dato un'occhiata?

giovedì 26 maggio 2016

LA PORCHETTA NELLA VALIGIA. E LE PATATE HASSELBACK

Altro che le petites madeleine di Proust...
Il primo assaggio mi ha proiettata indietro nel tempo: anni '60, la birreria dei miei nonni.

Sto parlando della porchetta.

Sì, di quella porchetta - che avevo ordinato a una macelleria di Palestrina - che aveva il sapore del passato.

Ma andiamo per ordine.

Sabato scorso, in giardino, abbiamo organizzato un pranzo country.
Il numero dei commensali era considerevole, e abbiamo cercato di risparmiare fatica acquistando alcuni piatti pronti.
 
Il tarlo della porchetta mi frullava in testa già da un po', da quando ho assaggiato il meraviglioso maialino allo spiedo del pranzo di Pasqua.
Ormai mi conoscete, quando mi metto in mente qualcosa, non c'è niente da fare: devo ottenerla.
Così, mi sono messa alla ricerca.
Internet mi forniva più di una possibilità, ma ho voluto seguire il consiglio di una paziente chef.
E ho telefonato a Mastro Norcino...

La porchetta - arrivata in aereo - si è rivelata un'esperienza esaltante non solo per i sensi, ma anche per lo spirito.

Fragrante, morbida, saporitissima.
Erano millenni che non ne mangiavo una così: da quando, appunto, il nonno Momi e la nonna Carolina offrivano ai loro clienti quella carne arrostita, ancora ignota dalle nostre parti.

E ritorniamo agli anni '60.

Dovete sapere che il mio papà - allora poco più che trentenne - era il medico responsabile di un ente con sede a Roma.
Per questo, nella Città Eterna, ogni tanto ci doveva andare.

Partiva con la sua valigia migliore: quella di cuoio - con le chiusure cromate e una fascia nel mezzo - dono di nozze dei colleghi.
Mi piace immaginarlo in treno - che certamente ancora non era Italo - immerso nella lettura del Corriere. Lo leggeva da cima a fondo: dall'editoriale alla pubblicità del Cynar in ultima pagina.

Il papi aveva una moglie e due bimbi piccoli da mantenere, e, durante questi viaggi di lavoro, non poteva permettersi ristoranti di lusso.
Così, spesso si accontentava di un panino comperato in salumeria o in macelleria.

Un giorno, però, in una viuzza, fu attirato da una bancarella che esponeva un intero maialino arrostito: fu il suo primo, folgorante incontro con la porchetta.

Papà è sempre stato un entusiasta come e forse più della sottoscritta.
Doveva quindi assolutamente condividere quel sapore con resto della famiglia.
A quei tempi non c'erano i cellulari, e si attaccò a un telefono pubblico, inserendovi i vecchi gettoni bruniti, che scendevano uno alla volta tintinnando.

"Pronto?" fu la mamma a rispondere.
"Ciao, Mina, ho trovato una carne buonissima!!!" questo l'esordio ex abrupto del papà.
Che continuò, senza preamboli "Devo portarla a Verona: in bottega, la venderete di sicuro!".

Fu così che i vestiti selezionati per viaggio finirono in una vecchia federa, gentilmente offerta dai proprietari della pensione in cui alloggiava, e la valigia di cuoio diventò il contenitore per il trasporto di quella porchetta intera, fasciata con tela di sacco, che il papi per primo importò a Verona.

Il giorno dopo, nella vetrina della birreria di via Quattro Spade, faceva bella mostra di sé un maialino arrostito.
Qui nessuno aveva mai visto né assaggiato nulla di simile.
Quella carne venata di grasso e di aromi fece furore.
Visto il successo, si concordarono con un macellaio di Roma periodiche spedizioni.
E, da allora, per anni, la porchetta fu per il negozio dei nonni l'attrazione del sabato...

Ecco, questo è il racconto - non so quanto romanzato - che da sempre ci viene proprinato dalla mamma.
In vita mia, l'ho sentito ripetere almeno un centinaio di volte.

Durante il pranzo country, però, ho riascoltato questa storia assaporando una porchetta che aveva lo stesso sapore di quella della mia infanzia.
E il ricordo ha assunto un significato particolare.

Nel mio cuore, è riapparsa l'immagine del mio giovane papà in viaggio: un ragazzone buongustaio e ostinato che, convinto della bontà della cosa, non ha esitato a portarsi a casa una porchetta nella valigia.


 LE PATATE HASSELBACK

I MIEI APPUNTI

- non è escluso che, in futuro, io possa azzardarmi a cucinare la porchetta in casa. Per il momento, mi astengo: trovo troppo buona e comoda quella di Mastro Norcino! Se però volete una ricetta analoga e affidabilissima, la trovate qui;
- niente da eccepire: un contorno di patate Hasselbach, con questa carne, ci sta proprio a pennello...
- da brava dentista, non ho usato aglio, ma è possibile aggiungerlo;
- le dosi sono per 4 persone;
- ho usato il forno Gaggenau;
- mi sono ispirata a Cucchiaio.it, che ringrazio.


CHE COSA SERVE?

- 8 PATATE da FORNO (quelle che si possono servire con la buccia) di media misura
- SALE
- AROMI di TOSCANA (una miscela di salvia, rosmarino, alloro, basilico, maggiorana, timo della ditta Drogheria & Alimentari; ma si possono usare anche le singole erbe tritate)
- OLIO extra vergine di oliva


COME FACCIO?

1. LAVO le PATATE, utilizzando sulla buccia uno spazzolino.

2. SCIOLGO in due-tre litri d'ACQUA una bella manciata di SALE. Vi lascio in ammollo le PATATE per 4 ore.

3. QUINDICI minuti prima di infornare, preriscaldo il FORNO a 180°C (ventilato).

4. NEL FRATTEMPO, preparo le PATATE:
-  le ASCIUGO con un canovaccio;
- inserisco a circa un cm dalla base della patata uno SPIEDINO, mantenendolo parallelo alla lunghezza della patata;
- con un coltello affilato, INCIDO le patate dall'alto verso il basso, perpendicolarmente allo spiedino, creando delle fettine dello spessore di circa 3 mm;
- appoggio le patate sulla leccarda del forno rivestita di CARTA FORNO;
- allargo delicatamente gli spazi tra le fettine, li SPENNELLO bene con l'olio di oliva;
- distribuisco negli spazi il SALE e gli AROMI di TOSCANA;
- bagno ancora con un filo di OLIO.

5. INFORNO e cuocio per 60-70 minuti.

6. SONO MIGLIORI servite immediatamente, ma, eventualmente, possono anche essere riscaldate.

SODDISFAZIONE ****
PAZIENZA **


È online il mio NUOVO sito 
Gli avete dato un'occhiata?